• Comments:0

La GDD FASHION WEEK entra nelle scuole

Appuntamento in “trasferta” per la GDD FASHION WEEK. A pochi giorni dalla scadenza del bando di selezione dedicato agli stilisti che saranno poi ammessi alla fase finale della quattordicesima edizione della kermesse, il direttore artistico Ernesto Pastore e la consulente legale Ilaria Lupi, questa volta nella veste di curatrice del segmento “Dalla parte delle donne”, parteciperanno ad un incontro che si terrà giovedì 12 aprile, a partire dalle 15, con gli studenti dell’Istituto di istruzione superiore “Eliano – Luzzatti” che ha sede a Palestrina in provincia di Roma.

La tavola rotonda è incentrata sul tema “Love addiction: quando l’amore diventa una trappola” ed include la cerimonia di premiazione degli alunni della classe III A dell’istituto che nella scorsa estate sono risultati essere i vincitori del concorso “Dalla parte delle donne”, bandito dalla GDD Fashion Week per realizzare un corto che potesse affrontare al meglio il tema delle dipendenze affettive.

«L’istituto “Eliano-Luzzatti” – comunica la dirigente scolastica Cinzia Delisi – è lieto di promuovere una manifestazione dal carattere informativo e formativo su un argomento così dolorosamente attuale e di interesse generale. La presenza di relatori quanto mai rilevanti, come il comandante del Nucleo operativo dei Carabinieri di Palestrina Antonio Mosca, della presidente Argia Simone e della psicologa Elena Cacciatori dello Sportello di ascolto per le donne del comune di Labico (Rm), testimoniano la feconda collaborazione con gli enti e le istituzioni del circondario, mentre il canale apertosi con la GDD FASHION WEEK, che si svolge in Calabria e nello specifico ad Amantea (Cs), ci dà l’opportunità di confrontarci anche con altre realtà del territorio nazionale, portando alla conoscenza di un più vasto pubblico il lavoro dei nostri ragazzi. Se è vero che nella scuola si costruiscono le nuove coscienze e i cittadini di domani, siamo particolarmente orgogliosi del fatto che i nostri alunni si distinguano per sensibilità e impegno, anche nell’ambito sociale».

«Troppo spesso – conclude l’avvocato Lupi – soprattutto nel mondo della moda, si tende a svalutare la figura della donna come persona, perché ci si concentra maggiormente sull’immagine della stessa come icona di bellezza e femminilità, ecco perché la Grotta dei Desideri, oggi GDD FASHION WEEK, ha inteso negli ultimi anni valorizzare ed esaltare il ruolo delle donne anche in ambito professionale, sociale e non solo, sposando progetti solidali e cercando di sensibilizzare le nuove generazioni allo scopo di contrastare attivamente fenomeni come il femminicidio, le varie forme di violenza di genere, e lo stalking. La GDD FASHION WEEK, è entrata nelle scuole, aprendo una finestra sulle varie tematiche che coinvolgono il mondo femminile. Quindi non solo moda e spettacolo, ma anche formazione ed informazione su temi di forte attualità».

Ancora pochi giorni e l’elenco degli stilisti ammessi alla fase finale della GDD FASHION WEEK prenderà forma e sostanza. È fissato per il 26 marzo il termine ultimo per presentare le richieste di partecipazione. Gli ammessi alla fase finale parteciperanno all’aggiudicazione di due primi posti: uno per la categoria “stile” e l’altro per la sezione “sperimentazione”. Ad entrambi i vincitori è garantito un premio in denaro da 1.500,00 euro. Aumentato anche il premio per la Fashion Dinner, che passa da trecento a 400,00 euro.

Modificato radicalmente anche il premio della Stampa che verrà assegnato a conclusione della Serata di Anteprima: verranno individuati tre diversi fashion designer e ad ognuno di loro è assicurato uno speciale redazionale, con tanto di intervista e servizio fotografico, sul magazine “La mia boutique” diretto da Stefania Arnaldi.